Glam Events

Nascita dell’abito da sposa bianco

Nascita dell’abito da sposa bianco

Oggi vi darò una pillola di storia della moda inerente però al fantastico mondo degli abiti nuziali.

Forse non tutti sanno che tradizionalmente le spose si sposavano in blu, in rosa o nel loro colore preferito scegliendo abiti che poi potevano riutilizzare. Ma l’esempio della giovane regina Vittoria fu davvero moderno e attirò l’attenzione pubblica. Quando sposò suo cugino Alberto nel 1840 anziché scegliere l’abito adorno di gioielli d’oro e d’argento ne scelse uno bianco di satin e pizzo e invece di indossare la tiara regale si limitò a inserire dei fiori d’arancio tra i capelli. Di li a poco tutte le nuove spose vollero vestirsi di bianco per il grande giorno, dapprima solo le signore ricche poi a poco a poco l’abito bianco divenne consuetudine per tutti. A partire dagli anni 20 gli abiti da sposa sono bianchi ma il taglio viene dettato dalla moda.

Sharon tate sposa Roman Polanski nel 1868 con un miniabito bianco.

Polanski-e-Tate005

 

Se un tempo le donne sceglievano abiti da sposa che avrebbero riutilizzato, le spose moderne sono disposte a spendere cifre importanti per un vestito destinato ad essere usato una sola volta nella vita, spesso l’abito più costoso della loro vita.