Glam Events

Le ancelle della sposa

Le ancelle della sposa

Care amiche, la figura delle damigelle adulte  non è mai troppo chiara, quindi, nell’articolo di oggi, vogliamo proprio parlarvi di questo argomento.

Quello delle damigelle è un ruolo che ricopre una maggiore importanza  durante i matrimoni degli ultimi tempi. Le “ancelle della sposa”, vengono scelte per avere una parte attiva nella cerimonia. Ecco perché è bene sapere come comportarsi.

Che siano le amiche, le colleghe, le sorelle, le cugine o magari le cognate della sposa (tutte rigorosamente nubili), devono comunque tenere presente alcune regole fondamentali prima di accompagnare la loro migliore amica all’altare.

 

Quante devono essere le damigelle?

Secondo il galateo, non si dovrebbero mai scegliere più di otto persone, perché un numero superiore è indicato solo nei matrimoni reali, in cui possono esserci fino a dodici damigelle.

 

Anche le damigelle hanno il loro bouquet?

Sì, la sposa può decidere di far preparare delle piccole composizioni floreali che poi resteranno in dono come piccolo ringraziamento. I piccoli mazzetti di fiori devono ricordare il bouquet della sposa, ma essere più minimaliste e soprattutto tutte nelle stesse tonalità.

 

Cosa indossano le damigelle?

Risposta semplice, abiti preferibilmente lunghi, rigorosamente uguali tra loro e dai colori pastello. No il bianco! Vi ricordiamo che l’unica protagonista di quel giorno sarà la sposa.

 

Come si entra in chiesa?

Se le damigelle sono poche, massimo tre, devono entrare in chiesa in fila indiana,ed accomodarsi nei primi banchi o vicino i testimoni.

Se sono di più ed in numero dispari, va bene anche in coppia. Durante la cerimonia si ha un compito ben preciso, cioè: sistemare il velo e lo strascico della sposa!

 

Ma care ragazze, le damigelle dovranno essere delle vere assistenti personali della sposa, ma non dimentichiamo il “lavoro” principale: sorridere sempre per regalare un’immagine di positività alla giornata. ;)