Glam Events

Il dress code per LUI

Il dress code per LUI

Buon inizio settimana amiche e amici lettori. Avete passato bene questo week end di sole? Per noi di Glam Events questo lunedì  è iniziato con la scelta di  pantaloni, giacca, camicie, cravatte, ecc…avrete capito cosa intendiamo dire, no?!

Un bel giro per gli atelier di Catania in compagnia dei nostri futuri sposi. Perchè anche loro hanno diritto al loro momento di celebrità. Quindi oggi spazio all’uomo. ;)

E’ risaputo che il giorno delle nozze la scena è tutta della sposa, ma è importante che anche il futuro marito sia impeccabile. Anche lui, infatti, deve fare attenzione e seguire alcune regole nella scelta del suo abito: ecco per voi alcuni suggerimenti, dettaglio per dettaglio, per aiutarvi a non sbagliare. ;)

La scelta dell’abito in base al tono della cerimonia e al vestito di lei e l’abbinamento con gli accessori sono gli elementi indispensabili per stabilire il dress code maschile, che, al contrario di quello femminile, è meno soggetto alla moda ma assai più rispettoso delle regole. Ripassiamole insieme, a partire dall’abito, per finire con le scarpe. :)

 

  • Un completo a due o a tre pezzi (con gilet),  grigio scuro o blu, è la scelta classica: un vestito elegante riutilizzabile in molte occasioni.

 

abito-carlo-pignatelli-classico-3-pezzi

 

 

 

La giacca, sarà monopetto senza spacchi, le tasche a bustina e non a toppa. I pantaloni, rigorosamente senza risvolto, sono di moda piuttosto stretti ai fianchi.  A seconda della stagione, il completo sarà in lana o in frescolana, più “audaci” i vestiti in raso di seta o nei nuovissimi tessuti tecnici spalmati di proteine della seta che danno l’effetto lucido.

 

abito-carlo-pignatelli-nero-un-bottone-ricamo-sul-rever

 

NO, al completo spezzato, a meno che si tratti di tight o mezzo tight. E NO anche al vestito di lino, che a fine cerimonia risulterebbe stropicciato come un cencio. :)

 

  • ll tight è l’opzione più elegante, adatto a una cerimonia solenne che si svolga di mattina. E’ chiamato anche morning dress proprio perché non va indossato oltre le 18.00. L’abito si compone di tre pezzi. La giacca grigio antracite o nera, segue i fianchi e ha un solo bottone. Corta davanti, mentre dietro si prolunga con due code che scendono fino al ginocchio. I pantaloni sono grigi appena gessati, di taglio dritto e senza risvolto.

Da galateo il tight richiederebbe guanti e cilindro che però non vanno indossati durante la cerimonia, ma tenuti in mano e appoggiati sull’inginocchiatoio. Attenzione però cari amici, perchè la scelta del  tight impegna i testimoni e i padri degli sposi a vestire lo stesso capo.

NO, se  se il ricevimento continua di sera. NO al farfallino e al cappotto sul tight. Infine, no a i gilet colorati.

tight

 

  • Il mezzo tight è simile, ma la giacca è senza code (e non richiede guanti e cilindro) perfetto per cerimonie eleganti ma meno sfarzose.

 

 

mezzo-tight

Per quanto riguarda la camicia, questa dev’essere rigorosamente bianca, in cotone o in popeline è sempre perfetta.

Ecco a voi alcuni esempi:

  • Camicia bianca con gemelli, da vestito classico.

camicia-bianca-ssparato

  • Camicia bianca con sparato, da farfallino.

Con l’abito classico grigio o blu, si può giocare il ton sur ton, così chi ha voglia di rompere gli schemi indosserà camicie grigio antracite-quasi nero o blu che s’intonino con il colore del vestito.

NO alle camicie celesti e in generale ai toni pastello. NO al button down, cioè al colletto le cui punte sono trattenute da bottoncini. Infine un suggerimento che non appartiene al dress code: NO alle camicie di seta che trattengono il sudore per tutta una giornata ricca di emozioni. :)

Uno sguardo anche agli accessori…

  • Cravatte e papillon da cerimonia

cravatte-cosma-cerimonia

  • Il farfallino o papillon sarebbe da smoking, ma oggi si indossa anche su abiti eleganti, meglio se su camicia con sparato, cioè con un bavaglino di piegoline che riempiono il vuoto creato dalla mancanza di cravatta. Per chi indossa la pochette, il fazzoletto da taschino: mai dello stesso colore della cravatta o del farfallino.

cravatte-cosma-gessato

NO al plastron e farfallino con l’elastico: le annodature si devono fare a mano, altrimenti è  una grave caduta di stile.

 

  • I gemelli

Da indossare assolutamente con il tight e il mezzo tight. Consigliati anche per gli abiti eleganti. La camicia deve essere predisposta con il polsino alla francese, cioè doppio e con doppia asola. Generalmente in oro, giallo o bianco, sono gli unici gioielli concessi allo sposo (oltre la fede, naturalmente)  e vanno messi in mostra: il polsino della camicia deve sporgere di un paio di centimetri dalla giacca.

 

 

 

 

 

NO, ai gemelli troppo sportivi con logo, bandiera o simboli vari. NO alle palline in stoffa.

 

  • Le scarpe

Scelta classica: stringate, in pelle nera (o di vernice se la celebrazione è particolarmente solenne), lisce, con tacco nero: il classico modello Oxford da cerimonia. Se il matrimonio  è meno formale sono indicate anche le francesine, leggermente più sportive.

 

Scelta fashion: scarpe blu! ;-)

scarpa-loriblu-blu

 

Un accenno anche ai calzini: le alternative si limitano al grigio scuro, al nero e al blu.

NO, a fibbie e mocassini, al tacco color cuoio. NO anche alle pump, scarpe lisce, senza stringhe, da smoking.

 

Futuri sposini, il nostro consiglio rimane sempre lo stesso: essere eleganti, rispettare il galateo e tenere il passo con le ultime tendenze ma, l’importante è  essere se stessi e sentirsi a proprio agio con ciò che indosserete per il vostro giorno. ;)